Translate

Monday, October 10, 2011

The Gift of Imagination

   As one who strives to keep up with the advances in technology both to advance my ministry as a preacher and for personal enjoyment I was fascinated by the extensive coverage of the death of Apple founder and CEO Steve Jobs the past week.  One of the blogs that I follow and that is referenced on this blog is Whispers in the Loggia, a site which puts out news of what's going on in the Church these days.  Last week I noticed that "Whispers" carried an article from Osservatore Romano about this extraordinary man.  You can click on the link here to see this article--Steve Jobs.

   Several things struck me about this article the most important of which is the fact that with the exception of world political leaders  the Vatican does not usually reference the deaths of people outside the Church.  In this case however there is a recognition that this man, who did not share our religious beliefs, was a true visionary who made a significant contribution to life in our world today.  This is an example of something that I prefer to call "The Catholic vision of Life."  What I mean by this is that when we Catholics are at our best (something which is not always the case) we are able to look out at the world and acknowledge the gifts that God has given to scientists, artists, politicians, etc. and affirm the results of their contributions as blessings from God even though many of them are not of our faith or even of no faith at all.  At a deep level I think that this is because we look at humanity and creation in general as inherently  good in spite of human sinfulness. With this belief in mind we can appreciate music, art, theater and scientific accomplishments as blessings and as ways of drawing us closer to God and each other.

   Now some might point out, and correctly so, that Mr. Jobs inventions as well as other advances in modern technology can lead us down the wrong path.  That is where it is up to us, a creatures of free will to use these gifts properly.  In this case this Franciscan advises that we keep the motto of the Jesuits in mind--Ad Majorem Dei Gloriam--For the Greater  Glory of  God.  If we use our computers, smart phones, etc. with that in mind a lot of good can come of it.

    A second thought on Mr. Jobs and on the above mentioned article is the fact that he was called a visionary, a term often used for saints and mystics.  While the Vatican was certainly not trying to canonize this man I find this term interesting because it gives praise to a faculty which I think that we humans don't use often enough--the gift of imagination.  When I'm doing a parish mission and speaking to school kids I encourage them to take time to daydream (though cautioning them not to do so while in class), to use their imagination to think about possibilities for their life and to ask God to guide their dreaming.  Steve Jobs is an example of what dreams can do and a challenge to all of us to strive to imagine a better. more just and peaceful world.

   So lets thank God for the life of Steve Jobs and let us as well, as good Catholics, pray for the repose of his soul.
PS--thought you'd enjoy this cartoon 

2 comments:

  1. Tratto da: www.versolanuovacreazione.it
    “Carissimi figli, conosco i vostri cuori e i vostri affanni. Conosco i desideri, gli ostacoli, le vostre domande profonde. Nulla mi è nascosto, davanti ai miei occhi scorrono il bene e il male che sono parte della vostra vita. Vi conosco ad uno ad uno, perché sono io che vi ho dato la vita. IO SONO LA VITA. Non troverete vita all’infuori di me, ne speranza e tanto meno amore. Voi cercate tante cose invece di cercare me per questo non trovate la pace, perché raramente trovate me. Vi ho detto che chi cerca trova (Lc 11, 9-13). Ma cosa dovete cercare? Non la soluzione ai vostri problemi, alle vostre ansie e alle malattie. Quello che dovete cercare è la mia vita in voi. Donandovi la vita, vi ho donato me stesso ed il mio spirito, vi ho rivelato il volto del Padre mio e vostro. Ho posto in ciascuno di voi la scintilla della vita divina, che è il seme della vostra esistenza. In esso c’è tutto ciò che vi occorre per affrontare la vita. Vi ho donato L’INTELLIGENZA la FORZA e L’AMORE per affrontare il vostro cammino. Con il mio sacrificio ho tolto la vergogna dal vostro volto, perché avete peccato contro il padre mio. Col mio sangue ho lavato le vostre brutture, per farvi comparire davanti al trono divino come creature nuove e redente. Vi ho rivestito delle vesti più preziose. Ho creato per voi le cose più belle, perché il vostro cuore gioisse guardando le meraviglie del creato. Nonostante questo pochi di voi sono felici e molti, troppi, non sanno che farsene di me e della mia vita; Scelgono il nemico, Satana che con astuzia e odio li seduce, fino a togliere loro ogni dignità. Ci sono tanti modi per consegnarsi al nemico, il più subdolo è quello di voler soddisfare se stessi, convinti che questi sia un bene, per il solo fatto che così fanno tutti, e che così la pensa il mondo. Il successo, il potere, la carriera, il denaro, i beni materiali, una bella casa, le vacanze, e altro ancora; tutto questo sta in cima ai vostri pensieri. Pur di ottenerlo, siete capaci di tradire, rubare, uccidere, ed uccidete in tanti modi, anche con uno sguardo o con una parola. E mentre cercate tutte queste cose, vi dimenticate di vivere. Perché la vita che voi sognate non è la vita, è un surrogato della vita. La vita vera non è al di fuori di voi, ma è dentro di voi. ”
    Dio Vi Benedica

    ReplyDelete
  2. Tratto da: www.versolanuovacreazione.it
    “Miei cari figli,vi ho già detto che siete il tempio vivo di Dio. Facciamo allora un passo oltre. Desidero aiutarvi a comprendere che ciascuno di voi,se mi ama e mi segue,è parte del popolo di Dio. Da chi è composto questo popolo? Da tutti coloro che adorano il Padre mio, che riconoscono me come figlio di Dio e Redentore,ed accolgono lo Spirito Santo. Il popolo di Dio è un popolo immenso. Esso abbraccia molte realtà e non è limitato solo alla Terra. Di esso fanno parte innanzitutto la Madre mia e vostra Maria SS; che è la gioia del mio cuore e diadema del mio popolo. Comprende gli angeli, i vostri fratelli del paradiso e del purgatorio. Comprende anche altri fratelli,uomini come voi creati a immagine e somiglianza di Dio, che vivono su altri pianeti dell’universo e che servono fedelmente per la vostra vita.

    il loro creatore; non li conoscete ancora ma un giorno li vedrete. Anche per loro ho dato la vita, incarnandomi,morendo e Resuscitando sulla terra una volta per tutte,allo scopo di redimere l’intera umanità dell’universo. Non scandalizzatevi di queste mie parole! Sappiate che il Padre mio non conosce limiti nel creare, e la
    sua vita riempie l’universo”.
    Vi parlerò di questa realtà un’altra volta, perché essa è molto importante

    ReplyDelete